Lavorare come project manager in un’agenzia di traduzioni

translation-project-manager

Lavorare come project manager in un’agenzia di traduzioni

Ruolo, responsabilità e compiti del translation project manager

Il Translation Project Manager è il punto di raccordo fra progetti, fornitori e committenti, un ingranaggio chiave della catena di valore delle traduzioni. Il suo ruolo è molto importante per tante ragioni: non solo garantisce l'esecuzione di traduzioni di alta qualità, ma anche un servizio eccellente che lascia al cliente la giusta tranquillità nell’affidare all’agenzia un testo da tradurre.

Ma di cosa si occupa un project manager in un’agenzia di traduzioni?

1. Prepara i preventivi

Il PM esamina il testo per verificarne la complessità, valuta i traduttori appropriati e analizza il testo per garantire che il conteggio delle parole sia preciso, tenendo conto eventualmente anche delle ripetizioni e dell’utilizzo di eventuali memorie di traduzione.

2. Sceglie i traduttori

Un Project Manager deve capire quali sono i punti di forza di ogni traduttore e valutare chi di loro avrà la capacità di produrre lo stile e lo standard desiderato in una traduzione. Deve poi stimare la produttività di ciascun traduttore e sapere se sarà in grado di completare il lavoro entro i tempi richiesti dal cliente.

3. Gestisce le query del traduttore

Una volta avviato il progetto, è possibile che il traduttore sollevi dei quesiti sulla terminologia o sul contenuto in generale. Può capitare anche che emergano problemi o errori nel testo di partenza che il cliente non aveva notato. Una volta ricevuti i commenti dal traduttore, il project manager dovrà inoltrarli al cliente, non prima di aver cercato di sciogliere i dubbi che possono essere risolti internamente, facendo risparmiare al cliente tempo e problemi.

4. Garantisce il rispetto dei tempi di lavorazione

Generalmente la data di consegna di una traduzione non è negoziabile e per poterla rispettare è necessario gestire molti aspetti diversi del processo: sarà necessario assicurarsi di ricevere in tempo il testo originale dal cliente e selezionare i traduttori che possano essere in grado di raggiungere gli obiettivi fissati. Il PM sa anche quando è possibile risparmiare tempo sfruttando diversi fusi orari o dividendo il lavoro tra più traduttori, senza naturalmente compromettere la qualità della traduzione.

5. Assicura la qualità del lavoro

Un buon Project Manager verifica la qualità del lavoro dei propri traduttori prima di consegnare al cliente: controlla la presenza di eventuale testo non tradotto, problemi di formattazione e di impaginazione.

6. Lavora per la soddisfazione del cliente

Consegna puntuale, traduzione di alta qualità con il minimo coinvolgimento possibile del cliente. Tutto questo sarà accompagnato da un servizio il tutto fornito con un ottimo servizio: sono queste le caratteristiche che deve garantire un bravo PM di un’agenzia di traduzioni.


Una giornata di formazione per diventare translation project manager

Il translation project manager: compiti, competenze, strumenti - con Marco Cevoli

Lunedì 11 marzo 2019, ore 10.00-18.00
Palazzo del lavoro, via Nazionale, 39 - Roma
Con il patrocinio di Unilingue.
(posti limitati)

Ti interessa partecipare a questo corso? Clicca qui per avere maggiori informazioni

Commenti (2)

  • Claudia Bravo

    Mi piacerebbe fare questo corso quando lo rifatte?

    • Raffaella Moretti

      Ciao Claudia, non sappiamo quando verrà riproposto al momento. Ti consiglio di restare in contatto con noi tramite la nostra mailing list, in modo da ricevere tutti gli aggiornamenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *